Agricoltura. Arriva la cimice asiatica, preoccupazione per le aziende agricole

Non bastava il punteruolo rosso. Ora arriva anche cimice asiatica. A denunciarlo è la Cia Agricoltori Sardegna che, in un'apposita lettera al governatore Christian Solinas, mette in evidenza i rischi reali e percepiti per tutte le produzioni orticole e frutticole regionali e chiede, allo stesso tempo, un intervento diretto della Regione per sensibilizzare il Governo. Il problema è di portata nazionale, come anche evidenziato dalle federazioni Cia di altre regioni italiane, che hanno già interessato la Ministra Bellanova. La preoccupazione delle aziende agricole è palpabile e richiede soluzioni immediate. La Cia Agricoltori Sardegna è molto chiara: nonostante gli sforzi già annunciati dalla Ministra Teresa Bellanova, il budget di 80 milioni di euro nel triennio pare inadeguato e del tutto insufficiente. Da qui l'appello al Governo per un intervento più decisivo.

Agricoltura. Ora arriva anche la minaccia delle cornacchie

Dopo le cavallette anche le cornacchie. Non c'è tregua per per gli agricoltori sardi, soprattutto quelli localizzati nella zona di Oristano. Qui i temibili volatili stanno letteralmente devastando le coltivazioni primaverili ed estive. Preoccupazione viene espressa da parte di Coldiretti Oristano che lamenta i ritardi della programmazione finalizzata al contenimento delle cornacchie nelle campagne oristanesi. Le più pericolose sono le cornacchie grigie, per le quali l'associazione di categoria auspica provvedimenti urgenti e azioni di contrasto. Intanto si fanno sentire gli ambientalisti che sottolineano come ci siano diverse criticità nei piani di contenimento. In tal senso, a esprimere la propria opinione è anche il Gruppo d'Intervento Giuridico Onlus (Grig) che all'allarme di Coldiretti replica: "ogni tanto spunta fuori un animale nuovo che distrugge tutto. Un periodo è toccato persino ai fenicotteri". Lo stesso Grig evidenzia che alla fine tutti i danni all'agricoltura non sono poi così devastanti, visto che gli indennizzi regionali rappresentano una cifra relativamente modesta.

Cagliari. Manifestazione di Coldiretti: variazioni alla viabilità

In occasione dello svolgimento di una manifestazione organizzata dalla COLDIRETTI sarà impegnata la sede stradale e pertanto non sarà possibile consentire il transito dei veicoli nel tratto interessato dalla stessa. Nella Piazza del Carmine e nelle altre vie come specificate verranno adottate, mercoledì 21 febbraio, le seguenti prescrizioni: l'istituzione del divieto di sosta con rimozione forzata nella Piazza A. Contu su tutta la Piazza, nella fascia oraria 08.30-15.00, escluso i mezzi autorizzati; l'istituzione di una breve interruzione del traffico veicolare durante il passaggio della manifestazione, nella fascia oraria 08.30-fine manifestazione nelle vie: Piazza Del Carmine, Trieste, Roma (prolungamento), Roma (Lato Portici), Piazza A. Contu.

Bandi agricoltura per i giovani. Coperture per sole 883 domande su 2.985 ricevute

Mentre Coldiretti si appresta a mettere in campo la protesta che mercoledì paralizzerà alcune strade cittadine, arrivano i primi dati sui bandi per giovani agricoltori per il primo insediamento. Complessivamente sono giunte in Regione 2.985 domande, compreso il pacchetto giovani. Di queste, 883 - 572 per primo insediamento e 311 per pacchetto giovani - sono coperte da finanziamento per un ammontare di 70 milioni di euro. Una coperta troppo corta per coprire le restanti 2.100 richieste. A confermarlo è l'assessore regionale dell'Agricoltura, Pier Luigi Caria, che conferma il completamento dell'strutturia entro maggio per tutte le domande coperte dai fondi. L'erogazione dei pagamenti da parte dell'ente preposto, Agea, si stima possa avvenire entro il mese di luglio. Nello specifico, il bando per il primo insediamento (Misura 6.1) prevede un finanziamento a fondo perduto di 35 mila euro per ogni nuovo giovane sotto i 41 anni. In questo caso le domande pervenute sono 1.668. Il pacchetto giovani - 1.317 richieste - prevede invece un finanziamento a fondo perduto di 50 mila euro. Al 31 di gennaio risultano concessi fondi solo per 6-7 domande per il bando primo insediamento, per un ammontare di 210 mila euro. Per questo motivo mercoledì 21 febbraio Coldiretti ha indetto la manifestazione di Cagliari.

Agricoltura. Progetto "Terra ai Giovani", a disposizione altri 792 ettari di terra

Sono 792 gli ettari di terra resi disponibili nell'ambito del progetto della Regione denominato "Terra a ai Giovani". In tutto altri 16 lotti, con l'obiettivo di favorire il ricambio generazionale in agricoltura. Un'iniziativa varata nel 2016, che vede l'agenzia regionale Laore quale soggetto attuatore, che prevede anche il riutilizzo di terre incolte e libere. Giunti al secondo bando - nel primo furono assegnati 10 lotti per un totale di 670 ettari - ora il numero di amministrazioni coinvolte è giunto a 13 (Alghero, Arborea, Arbus, Gonnosfanadiga, Luras, Maracalagonis, Marrubiu, Palmas Arborea, San Basilio, San Vito, Serramanna, Siliqua e Villasor). I terreni potranno essere concessi in affitto agevolato a giovani con età inferiore ai 40 anni, per 15 anni. Un periodo rinnovabile per una sola volta.
Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module