Reddito di cittadinanza. In Sardegna ne beneficiano quasi 40 mila nuclei familiari

In evidenza Reddito di cittadinanza. In Sardegna ne beneficiano quasi 40 mila nuclei familiari
In base al rendiconto sociale dell'Inps, relativo al biennio 2017 - 2018, in Sardegna sarebbero quasi 40 mila i nuclei familiari che fruirebbero di un reddito di cittadinanza, per un importo medio pari a 489,82 euro. Un dato, aggiornato ad ottobre 2019, che evidenzia una significativa incidenza del beneficio, soprattutto se si considera la bassa densità di popolazione. La situazione è in qualche misura analoga a quanto emerso con l'introduzione del Rei (Reddito di Inclusione) che, introdotto nel 2018, ha raggiunto il 3% dei residenti nell'isola. Un dato che conferma un'incidenza ben superiore rispetto a quella nazionale (2,2%) e che si aggiunge al Reis, il reddito di inclusione sociale, introdotto dalla Regione nel 2017. Tutto questo fa emergere un'immagine della Sardegna dove regna la povertà. I dati sono stati presentati a Cagliari dalla direttrice regionale dell'Inps, Cristina Deidda, in presenza del presidente nazionale, Pasquale Tridico. E in merito a quota 100, in Sardegna sono state cinquemila le adesioni, evidenziando un tasso del 60%, inferiore rispetto alle previsioni e in linea con il dato nazionale. Oltre a reddito di cittadinanza e quota cento, il rendiconto elaborato dall'Inps rivela che nell'isola gli assicurati sarebbero cinquecentomila, 422 mila pensionati previdenziali. Per quanto riguarda le entrate l'Inps può contare su entrate pari a 1,9 miliardi, a fronte di prestazioni erogate per 4,9 mld . In merito al presidio del territorio, nell'isola l'Inps può contare su 28 strutture e una forza lavoro pari a 799 dipendenti.
Ultima modifica ilVenerdì, 29 Novembre 2019 16:00

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

giweather joomla module