Turismo crocieristico. In Sardegna un calo di oltre il 10 percento

In evidenza Turismo crocieristico. In Sardegna un calo di oltre il 10 percento
Il dato è stato anticipato in occasione della presentazione della 9a edizione di "Italian Cruise Day," il forum nazionale del settore con oltre duecento operatori, in programma a Cagliari venerdì 18 ottobre. In particolare, proiettando i dati raccolti sino alla fine del 2019, il decremento supera il 10 percento. Per quanto riguarda invece le toccate delle navi, si arriva al 5,7 percento. Ad incidere sul dato regionale è il crollo registrato a Cagliari: meno 24 percento sui passeggeri rispetto al 2018. A ciò si aggiunge un meno 28 percento sulle toccate. In base a quanto dichiarato da Antonio Di Monte, AD di Cagliari Cruise Port, le previsioni non sono rosee anche per il prossimo anno. Una situazione che richiede - come sottolineato da Di Monte - urgenti interventi a livello infrastrutturale. Al contrario del capoluogo, Olbia evidenzia numeri stabili, mentre Porto Torres quintuplica i suoi risultati. Anche Alghero fa registrare un salutare +131 percento. "Invogliare le compagnie a fermarsi di più in Sardegna con una sola nave", è questa la ricetta della Regione per migliorare la situazione, favorendo il "doppio scalo", come confermato dall'assessore regionale del Turismo, Gianni Chessa. Una strategia per "valorizzare il territorio anche puntando sulla destagionalizzazione".
Ultima modifica ilLunedì, 07 Ottobre 2019 18:36

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

giweather joomla module