Cagliari. Il sindaco Truzzu apre i lavori del 5° Comitato di Sorveglianza PON Metro 2014-2020

In evidenza Cagliari. Il sindaco Truzzu apre i lavori del 5° Comitato di Sorveglianza PON Metro 2014-2020
Unisce quartieri e segna elegantemente passaggi storici epocali. Ma con lo sguardo rivolto verso il mare, la Passeggiata Coperta del Bastione Saint Remy connette sopratutto persone e culture diverse. Come i 14 componenti del Comitato di Sorveglianza del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane che stamattina, in presenza dei rappresentanti della Commissione Europea, della Presidenza del Consiglio dei Ministri, del Ministero dell’Economia e Finanze, dell’Agenzia per la Coesione Territoriale, delle diverse sigle sindacali e associazioni di categoria, si sono riuniti per esaminare l’attuazione dei progetti e i risultati conseguiti grazie alle risorse PON Metro 2014-2020, costruendo una “fotografia" di oggi e del prossimo futuro. A introdurre i lavori Paolo Truzzu. Portando i saluti dell’Amministrazione Comunale di Cagliari, il neo sindaco ha ribadito le considerazioni espresse lunedì 24 giugno, al Municipio in occasione della presentazione dell’evento, con l’auspicio verso una prosecuzione efficace dell’attuazione del programma che mette a disposizione di Cagliari 40 milioni di euro, suddivisi in 5 assi di intervento: Agenda Digitale, Sostenibilità dei servizi pubblici e della mobilità urbana, Servizi per l’inclusione sociale, Infrastrutture per l’inclusione sociale, Assistenza tecnica. Tra le Informative presentate e approvate nel corso dei lavori condotti da Giorgio Martini (Autorità di Gestione del Programma), un posto di rilevanza è stato dedicato alla Relazione di attuazione annuale relativa all’anno 2018, che descrive l’andamento fisico, procedurale e finanziario del PON Metro e che nel mese di dicembre ha fatto registrare una percentuale del 105% sull’obiettivo prefissato e un incremento del livello di attuazione dei progetti di 321 milioni di euro di impegni a maggio 2019. I progetti in attuazione sono 463, con una progressione di oltre il 150% rispetto a marzo 2018. Nella prima parte della mattinata, i lavori del Comitato si sono concentrati sulla presentazione delle previsioni di spesa e le principali iniziative avviate e già in corso nel 2019, un’azione continua di accompagnamento dello staff dell’Autorità di Gestione a supporto del processo di attuazione delle città, per passare poi all’utilizzo del sistema informativo “Delfi” e quindi lo scambio elettronico dei dati. A seguire, la relazione sullo stato di avanzamento del Piano di valutazione e la presentazione di tre buone pratiche del Programma a cura delle città di Torino, Milano e Bari, rispettivamente sulle tematiche dell’Asse 1 (Digitale), Assi 3 e 4 (Servizi e Infrastrutture di inclusione Sociale), Asse 2 (Mobilità sostenibile). Il pomeriggio è stato invece dedicato alla chiusura dei lavori con il quinto Comitato di Sorveglianza del Programma Operativo Nazionale Città Metropolitane impegnato sulle tematiche legate alle attività di informazione e comunicazione, in coerenza con la strategia di comunicazione, le attività di audit, l’informativa sullo stato di avanzamento del PRA (Piano di Rafforzamento Amministrativo) e del POC (Programma Operativo Complementare). Infine il Sistema di Monitoraggio Ambientale.
Ultima modifica ilMartedì, 25 Giugno 2019 19:59

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

giweather joomla module