Cagliari. Porto Canale: luce di speranza in fondo al tunnel

In evidenza Cagliari. Porto Canale: luce di speranza in fondo al tunnel
Dopo le preoccupanti notizie dei giorni scorsi, connesse alla messa in liquidazione della Cict, società del gruppo Contship concessionaria della gestione dello scalo industriale di Macchiareddu, si vede una luce in fondo al tunnel. Pare infatti che all'ordine del giorno dell'assemblea dei soci, prevista per il 30 aprile, vi sia la ricomposizione delle perdite societarie. Una circostanza che fa sperare in una permanenza di Cict a Cagliari, con tutto quello che ne consegue dal punto di vista occupazionale. In ballo c'è il futuro di 700 lavoratori, includendo anche l'indotto. Alla notizia positiva notizia si aggiunge la possibilità che il colosso della logistica Hapag Lloyd possa continuare a mantenere almeno una parte, anche se limitata, dei suoi traffici nel porto di Cagliari. Intanto il Cacip, socio Cict all'8%, si sta impegnando per trovare anche una soluzione regionale per sbloccare tutti i problemi amministrativi (compresi quelli con la Soprintendenza), alla base dello stallo nella pianificazione di nuovi interventi. Impegno che riguarderebbe anche lo sblocco della situazione che ostacola il decollo di Zone economiche speciali e della Zona franca.
Ultima modifica ilMercoledì, 17 Aprile 2019 18:40

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

giweather joomla module