La ministra Grillo in Sardegna, tra l’azzeramento del DM 70/2015 sulla riorganizzazione della sanità regionale e il Mater Olbia

In evidenza La ministra Grillo in Sardegna, tra l’azzeramento del DM 70/2015 sulla riorganizzazione della sanità regionale e il Mater Olbia
La campagna elettorale per le regionali è iniziata da alcuni giorni, le interviste non mancano, i confronti neppure, così come il sopraggiungere sull’Isola dei politici nazionali che, come nel caso dell’On. Giulia Grillo, ricoprono incarichi istituzionali di rilievo. Ministra della Sanità, l’On. Giulia Grillo del Movimento 5 stelle, è giunta in una Cagliari distratta, forse indifferente, per affiancare il candidato alla presidenza regionale del movimento, Francesco Desogus, impegnato nella sua durissima campagna elettorale. In una platea non affollata, alla presenza di numerosi medici, che hanno formulato domande di peso tecnico-politico, cui la ministra della sanità ha saputo e voluto rispondere, abbiamo assistito ad almeno due utili ed importantissimi interventi, interlocutori e propositivi. Il primo dal rappresentante di una organizzazione cittadina dell’area di Muravera che, nel porgere in omaggio alla ministra un cesto realizzato da alcune signore del comitato, ha richiesto l’azzeramento del DM 70/2015. Il Decreto ministeriale, emesso nell’aprile del 2015 dal Governo Renzi, che definisce gli standard qualitativi, strutturali, tecnologici e soprattutto quantitativi, con cui devono essere imposte le riduzioni dei posti letto a carico del Servizio sanitario regionale, in rapporto alla popolazione delle aree interessate. Ovvero colpire le origini di questa degenerazione, che incide sull’assistenza sanitaria regionale, in cui la Sardegna, in barba alla propria autonomia, sembra essersi addirittura adeguata in modo pedissequo, con evidente subalternità. “Smontare” il DM 70/2015 costituisce la chiave per non concedere nessun alibi alle forze politiche regionali, dice ancora il cittadino di Muravera, per cui si rende necessario compiere una riorganizzazione che azzeri l’attuale, con il fine di tutelare e assistere i cittadini, tra i quali quelli più poveri, che oggi pagano il maggior scotto. Claudia Zuncheddu, medico, candidata di Sardi Liberi, da sempre contraria alla riforma messa in atto dalla Giunta Pigliaru, interviene per centrare il punto di maggior peso nella ripartizione dei posti letto sul territorio regionale: il Mater Olbia. Ovvero chiede se a fronte della convenzione stipulata dalla Giunta regionale con i proprietari arabi del Mater Olbia, per cui la Regione Sardegna si è impegnata a erogare 50 milioni di euro annui per dieci anni, è prevista una sua modifica restrittiva. Alla prima richiesta, di cui la rielaborazione del DM 70/2015, accolta con una ovazione dai presenti, la ministra nell’accettarla come ipotesi, non restituisce una realistica possibilità in merito alla sua ridefinizione. Per il Mater Olbia, il candidato alla Presidenza Francesco Desogus, nel confermare che la convenzione non sarà soggetta a nessuna revisione, si impegna, come le regole prevedono, a monitorare con attenzione le prestazioni offerte dalla struttura, ai fini di una effettiva rispondenza agli oneri economici, cui la Regione è stata chiamata a render disponibili nei prossimi dieci anni. Crediamo anche noi che l’unica vera azione, cui il Governo nazionale dovrebbe porre in atto a tutela dei principi costituzionali di base, sia quella di ridisegnare per intero il DM 70/2015, fino a liberare le azioni regionali verso specifiche esigenze, cui la Sardegna è parte evidente. Ovvero il Governo e la sua maggioranza devono compiere una rielaborazione delle leggi, di cui il DM è solo parte attuativa, all’interno delle quali le regioni non possono snaturare l’assistenza sanitaria pubblica, per garantire e incentivare l’assistenza privata, cui solo alcune fasce della popolazione possono accedere. Maurizio Ciotola
Ultima modifica ilSabato, 09 Febbraio 2019 18:37

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C