Consulta Ambiente e Territorio della Sardegna: "Pigliaru e Erriu sono anch’essi no-isti o c’é dell’altro?"

In evidenza Consulta Ambiente e Territorio della Sardegna: "Pigliaru e Erriu sono anch’essi no-isti o c’é dell’altro?"
E' quanto si chiede il movimento ambientalista Consulta Ambiente e Territorio della Sardegna che, in un apposito comunicato stampa, ci tiene a sottolineare: "le ragionevoli ed eleganti valutazioni svolte in queste ultime ore dall’Assessore all’Urbanistica meritano rispetto. Nessun facile dileggio è ammesso in questi casi - si legge nel comunicato - l’avvocato Erriu ha le carte più di altri per sostenere la necessità di un ripensamento sulla legge in discussione. E non è solo una questione di numeri in Aula, come è evidente. Rassicura che il presidente Francesco Pigliaru che aveva deciso di portare a tutti i costi il provvedimento alla discussione (nonostante le perplessità diffuse ai vari livelli pure istituzionali), abbia accolto la richiesta del suo collega di Giunta e si sia infine deciso a rimandare il testo alla Commissione consiliare. Il movimento ambientalista sardo - continua la nota stampa - l'ha raccomandato anche di recente, consigliando di non avere fretta e lo ha fatto contro uno schieramento a sostegno di una legge purchessia, come se la Sardegna fosse all'anno zero in materia di governo del territorio; una falsificazione che non ha fatto bene al confronto politico e ha impedito l'estensione del PPR alle zone interne sempre più in crisi". Nel comunicato non mancano i toni critici verso la classe politica regionale: "stupisce l'ostinazione delle più alte cariche della Regione a difesa, per oltre un anno, di un testo molto sbilanciato verso il mondo palazzinaro. D'altra parte le revisioni nella fase finale, per quanto apprezzabili, paiono del tutto insufficienti ad assicurare la tutela dei beni paesaggistici. Con questo atteggiamento è stata aperta un'autostrada ai prossimi legislatori che volessero dare il via libera a nuove speculazioni nelle aree costiere; se costoro decidessero di partire dal DDL approvato nella primavera del 2017 provocherebbero un grande imbarazzo nella coalizione. Alla fine - conclude il comunicato - in questo quadro politico più che confuso, che sembra utile a far emergere il non detto a scapito delle posizioni ufficiali, salta all’occhio un dato politico inconfutabile: questa brutta bozza di legge risulta indigesta anche a coloro che più di altri l’hanno voluta e sostenuta. Il DDL, così com’è non piace a nessuno, men che meno al centrosinistra; tanto vale affossarla nei meandri della commissione. Alla luce di ciò ci sarebbe da chiedere: chi sono i veri No-isti?"
Ultima modifica ilMartedì, 25 Settembre 2018 18:17

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

3°C

Cagliari

Partly Cloudy

Humidity: 77%

Wind: 14.48 km/h

  • 03 Jan 2019 13°C 1°C
  • 04 Jan 2019 12°C 1°C