Olbia. Insularità e gap infrastrutture

In evidenza Olbia. Insularità e gap infrastrutture
L'inserimento del principio di insularità in Costituzione è necessario anche per colmare il gap infrastrutturale della Sardegna. A ribadirlo sono i componenti del del comitato che sta raccogliendo le firme per l'inserimento del principio di insularità in Costituzione. A sostegno della loro posizione, si sono riuniti oggi presso il bivio di Su canale sulla nuova Sassari-Olbia. Un luogo simbolo che testimonia l'arretratezza delle infrastrutture isolane. Roberto Frongia, presidente del comitato, attacca: "siamo stanchi di ricevere dallo Stato elemosine e assistenzialismo. Chiediamo dunque che vengano misurati e compensati gli svantaggi che derivano dall'insularità. Alcuni sono facilmente intuitivi, tra i quali i ritardi delle infrastrutture materiali". Una situazione non più sostenibile, come anche testimoniato dai dati sull'indice delle infrastrutture stradali nel Meridione, raccolti dallo stesso comitato per l'insularità. Nello specifico, il dato è pari a 87.1, mentre in Sardegna è pari a 45.5. In base allo studio della Commissione Lavori pubblici della Camera, lo Stato tra il 2000 e il 2010 ha speso in media quasi 1,2 mln per chilometro quadrato, destinando all'isola solo 237.000 euro. Nel dettaglio 6.000 euro pro capite della media nazionale contro i 3.423 nell'Isola. Tra le opere viabilistiche prioritarie previste all'interno del Documento di Economia e Finanza del 2018 (Allegato Connettere l'Italia: lo stato di attuazione dei programmi per le infrastrutture di trasporto e logistico), dal costo complessivo di circa 40,4 miliardi di euro di cui circa 30,4 miliardi finanziati, "solo" 504 milioni di euro sono stati stanziati per la Sardegna.
Ultima modifica ilVenerdì, 15 Giugno 2018 16:12

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

20°C

Cagliari

Mostly Sunny

Humidity: 74%

Wind: 6.44 km/h

  • 19 Jul 2018 31°C 21°C
  • 20 Jul 2018 30°C 22°C