Elezioni USA. Ma siamo proprio sicuri che alla fine abbia vinto il peggio? Di Antonello Lai

In evidenza Elezioni USA. Ma siamo proprio sicuri che alla fine abbia vinto il peggio? Di Antonello Lai
Va bene .... forse al peggio non c'e' mai limite e mai come quest'anno la gente ha pensato di votare secondo coscienza, ma poi si e' evidentemente lasciata guidare dalla pancia. Sì, perché Trump e' stato bravo ad alzare i toni all'inizio e a meta' dei confronti elettorali, ma e'stato abbastanza avveduto nel ritornare a più miti toni e consigli alla vigilia del voto. La Clinton alla fine si e' rivelata schiava della sua ambiguità. Più portata a nasconderla per via soprattutto delle rivelazioni delle tante gole profonde annidate nei gangli del potere. E molti non le hanno sorriso, nonostante apparisse ai più la soluzione meno peggiore dopo il Regno di Obama che, presi Barack e burattini, lascia la Casa Bianca. Giulietto Chiesa, giornalista e analista politico, esperto di guerra calda e fredda ai microfoni del TG di Telecostasmeralda ha accettato la provocazione: "Meno male che ha vinto Trump. Con la Clinton al potere avremo visto il peggio della politica colonialista tornare al potere. Con Lei avrebbero davvero vinto i poteri forti, mentre almeno con Trump sappiamo che e' meno reazionario di lei in tutto e per tutto. Infida e inaffidabile, con la Clinton al potere avremo visto il peggio che la politica Usa avrebbe potuto esprimere in questo periodo". Ora bisognerà attendere tempo: quello che ci vorrà per comprendere, al di là delle sparate, quale sara' la politica interna e internazionale di Trump. Pallonaro o guerrafondaio? Ai posteri l'ardua sentenza. E poi... ora siamo davvero curiosi di sapere se chiederà la galera per Illary: manterrà la sua promessa? Antonello lai
Ultima modifica ilMercoledì, 09 Novembre 2016 20:32

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.

Cagliari