Regione. Approvato il "Piano delle Azioni Positive" per il benessere dei dipendenti

“Per la prima volta, abbiamo approvato il ‘Piano delle Azioni positive’, programmando alcune importanti iniziative che la Regione attuerà per favorire il benessere organizzativo dei dipendenti, soprattutto attraverso la conciliazione tra responsabilità familiari ed esigenze lavorative, anche in base alla nuova realtà ed all’esperienza determinata dall’emergenza sanitaria, che con il lavoro a distanza ha ridotto gli spazi tra tempi di vita e tempi di lavoro”.

Lo annuncia l’assessore regionale del Personale, Valeria Satta, dopo l’approvazione in Giunta regionale della delibera sul ‘Piano triennale delle azioni positive 2020-2022’, che ora dovrà essere predisposto da tutte le amministrazioni pubbliche.

“Sono allo studio una serie di iniziative per i genitori lavoratori, tra queste la creazione di baby parking e l’organizzazione di attività educative o ludiche nel periodo di chiusura delle scuole – ha aggiunto l’assessore Satta – Particolare attenzione per le esigenze del personale disabile, studiando progetti di inserimento lavorativo o forme più adeguate di formazione, e stiamo pensando ad istituti come il congedo per favorire i lavoratori che hanno un familiare da assistere e la previsione della creazione di un punto di ascolto a tutela delle lavoratrici. Contenuti discussi anche coi sindacati, che hanno espresso il loro apprezzamento e manifestato piena disponibilità a collaborare per portare avanti le iniziative del Piano”.

Sicurezza in spiaggia. Al via la commercializzazione di "Safe Beach Space"

Ne avevano parlato diversi media nazionali all'indomani dell'avvio della cosiddetta Fase 2. Ora "Safe Beach Space" è disponibile sul mercato per garantire sulla spiaggia un distanziamento sociale in conformità con le norme anti contagio da Covid-19. L'iniziativa, tutta di matrice sarda, brevettata a livello internazionale, consiste in un kit comprendente nastri e picchetti in materiale plastico da riciclo, semplice da installare. I modelli attualmente disponibili sono due: quello rettangolare per gli stabilimenti balneari e quello ottagonale per la spiaggia libera. Oltre alla finalità principale, quella di assicurare il distanziamento in spiaggia, il dispositivo può essere personalizzato con il proprio nome o il logo dell'azienda che si intende promuovere.

Andrea Morelli. Dall'Eritrea alla musica, passando per il jazz

Andrea Morelli è diventato musicista perché affascinato dal sound di Jazz in Sardegna quando, dopo una giovinezza passata in Eritrea, ritornò a Cagliari e assistette a uno dei primi concerti, sul palco del teatro Massimo. Da adulto ha studiato in Conservatorio, presentando nel 2009 una tesi di laurea su Joe Henderson in jazz e musiche afroamericane col sax tenore. Ora suona anche il sax soprano e sopranino e perfino il flauto traverso sulle note della musica barocca. Ha pubblicato sei album di cui uno con Silvia Belfiore, pianista di musica classica, “Black Lands”, legato alle suggestioni musicali africane, e a compositori come Girma Yifrashewa (Etiopia) e Kwabena Nketia (Ghana), uno di prossima uscita tra la musica classica e il Jazz ispirato a Erik Satie e Duke Ellington, “Diffrazione”. Nei suoi ricordi da bimbo, racconta del negus, Haile Selassie, che gira in decappottabile per Asmara “lanciando monete al popolo” e delle acque vicino a Massawa, nel mar Rosso, "con squali, barracuda, indigeni, capanne dei pescatori”. Nel ’74 Morelli scappa poco prima del colpo di Stato che ha portato alla espropriazione di aziende e fabbriche, al coprifuoco e agli Italiani che "trovavano una via di fuga sulle carovane di cammelli”. “Asmara in quel momento - ricorda il musicista - era il centro radio di tutta l’Africa”. Sono moltissime le sue soddisfazioni musicali. Per citarne solo alcune: con l’orchestra di Paolo Nonnis suona con Tullio de Piscopo nel 1993, ancora autodidatta; con il sestetto Haiku Sensei riceve il premio per il miglior gruppo del seminario di Santa Anna Arresi; con “Hard Up” fa parte del gruppo-spalla di Billy Cobham nel giardino Megalitico di Pinuccio Sciola a San Sperate. A Riola Sardo si esibisce al Parco dei suoni, tre anni fa con Alessandro Garau alla batteria, Maso Spano al contrabbasso negli Hard up, con l’Orchestra Instabile della Sardegna al festival Jazz di Sant'Anna Arresi.

Korus

Cagliari. Ersu: riaprono le cucine, finisce la protesta degli studenti

La notizia sull'occupazione della mensa di via Trentino, da parte degli studenti, ha avuto un grosso risalto nella pagine dei principali media regionali. La protesta era nata a causa dello scadente servizio mensa - costituito da un sobrio lunch-box - dovuto alla chiusura delle cucine per l'emergenza coronavirus. Ora, considerata la riapertura delle cucine degli studentati, l'occupazione non ha più ragion d'essere e gli studenti liberano i locali mensa di via Trentino dopo tre notti e quattro giorni consecutivi di protesta. Il comitato "Gli Studenti Universitari" esprimono una moderata soddisfazione, considerando la riapertura delle cucine un primo risultato verso una maggiore garanzia per il diritto allo studio. In questo senso non sono escluse ulteriori manifestazioni, finalizzate a ribadire l'importanza di "un pasto caldo dignitoso e la possibilità di consumarlo in mensa".

PSR 2014 - 2020, bando 2018. "Ritardi inammissibili per il pagamento delle pratiche sulla sottomisura 16.2"

A denunciarlo è la consigliera regionale e segretaria della commissione Sanità e Politiche Sociali del Movimento Cinque Stelle, Carla Cuccu, che ha presentato un’interrogazione al Governatore, Christian Solinas, e all’Assessora regionale all’Agricoltura e Riforma agro-pastorale, Gabriella Murgia. In particolare la Cuccu chiede a che punto è lo stato attuazione delle domande relative alla misura nata per sostenere i progetti pilota nel campo dello sviluppo di nuovi prodotti, tecnologie e modalità gestionali delle aziende/filiere agroalimentari.

"Un ritardo nei pagamenti davvero assurdo – ha dichiarato l’esponente pentastellata – visto che si tratta di un bando pubblicato da quasi due anni e molte delle domande presentate dagli agricoltori, per un progetto che ha come obiettivo quello di migliorare l’integrazione tra le imprese agricole e il mondo scientifico, risultano ancora non liquidate".

La consigliera regionale chiama in causa la stessa Argea, l’agenzia che ha il compito di ricevere, istruire, selezionare e controllare le domande di sostegno e di pagamento.

"È ora che la Regione dia delle risposte agli esponenti del comparto agricolo, già messi a dura prova, non solo dall’emergenza Coronavirus, ma anche dalle calamità naturali che hanno interessato il territorio della Sardegna, compromettendo il raccolto. Argea imprima una decisa accelerazione al pagamento delle pratiche".

Buggerru. Perché sono stati tagliati gli alberi di Via Roma?

A porre la domanda è l’associazione ecologista Gruppo d’Intervento Giuridico onlus (GriG), a seguito delle diverse segnalazioni di residenti. Per cercare di trovare una risposta al quesito, l'associazione, in data 4 luglio 2020, ha inoltrato una specifica istanza di accesso civico, informazioni ambientali e adozione degli opportuni provvedimenti. Il fatto risale al mese di giugno 2020. Ad essere tagliati, parecchi Olmi e Pini. Il motivo non è stato reso noto, da qui l'intervento del GriG che ricorda come in tutti i centri urbani, il centro cittadino costituisce nel suo insieme - alberature comprese - “bene culturale”, ai sensi dell'art. 10 e ss. del decreto legislativo n. 42/2004 e s.m.i. In questo senso nessun intervento di modifica può esser realizzato senza specifica autorizzazione degli organi del Ministero per i Beni e Attività Culturali e il Turismo. Non solo - evidenzia sempre l'associazione - nel periodo primaverile ed estivo sono vietati tutti gli interventi che possano disturbare la riproduzione dell’avifauna selvatica (art. 5 della direttiva n. 2009/147/CE sulla tutela dell’avifauna selvatica, esecutiva in Italia con la legge n. 157/1992 e s.m.i.,). In particolare, il disturbo, danneggiamento, uccisione delle specie avifaunistiche in periodo della nidificazione può integrare eventuali estremi di reato, in particolare ai sensi dell’art. 544 ter cod. pen. Per tutti questi motivi l’associazione ecologista Gruppo d’intervento Giuridico onlus ha inoltrato l’istanza, coinvolgendo il Ministero dell’Ambiente, la Soprintendenza per Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Cagliari, il Comune di Buggerru e informando la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari.

Cagliari. Teatro Lirico: stagione estiva 2020 nella piazza Amedeo Nazzari

Si è svolta questa mattina la conferenza stampa per la presentazione delle iniziative culturali di matrice privata che dal 14 agosto al 2 settembre verranno ospitate nell'arena di piazza Amedeo Nazzari, in coincidenza con l'interruzione della stagione teatrale del Lirico. Presente all'incontro il vicesindaco di Cagliari, Giorgio Angius, che ha sottolineato la prossima diffusione dei dettagli necessari alle associazioni culturali per poter richiedere l'utilizzo della piazza per la realizzazione di concerti, lirica e balletto. Intanto, da venerdì 17 luglio la Fondazione Teatro Lirico di Cagliari presenta la Stagione Estiva 2020 che prevederà l'articolazione di sei distinti programmi, tutti replicati il giorno successivo, per un’ora e senza intervallo. Il tutto a partire dalle ore 21. Finanziata anche con fondi regionali, l’arena che é completa di tutti gli allestimenti necessari, dal palcoscenico, alle torri faro, alle 490 sedute per il pubblico, nel pieno rispetto delle norme anti Covid-19. Alla presentazione ospitata nel foyer di platea della “principale azienda culturale della Sardegna”, anche il sovrintendente del Lirico. “la Stagione Estiva 2020 del Teatro Lirico - ha evidenziato Nicola Colabianchi - è stata pensata appositamente come una programmazione estiva, che si adatta a uno spazio all’aperto, uno spazio al fresco delle sere cagliaritane”. In primo piano l’Orchestra e il Coro del Lirico, quest’ultimo diretto da Donato Sivo e impegnato in tre programmi, tutti rilevanti. Si parte dunque venerdì 17 luglio. A Giampaolo Bisanti, applaudito direttore milanese la cui energia conquista sempre il pubblico cagliaritano, spetta il compito di dirigere, alla guida delle compagini orchestrale e corale, il concerto inaugurale del 17 e 18 luglio, che propone un programma musicale - “popolare ma non banale” ha rimarcato il soprintendente Nicola Colabianchi - che prevede l’esecuzione di famose arie e celeberrime pagine corali e sinfoniche, tratte da altrettanto popolari opere liriche. In qualità di soprano solista debutta a Cagliari Alessandra Di Giorgio, giovane artista serba (nata a Belgrado) dall’ampio repertorio lirico-drammatico. Il 24 e 25 luglio sale sul podio Paolo Arrivabeni, direttore lombardo, stimato in tutto il panorama nazionale ed internazionale, che ritorna a Cagliari dopo aver diretto La Traviata (luglio 2004), Simon Boccanegra (giugno 2005) e Macbeth (ottobre/novembre 2019) e a cui spetta il compito di dirigere l’Orchestra del Teatro Lirico in un programma che include 2 trascinanti pagine russe (Glinka e Čajkovskij) e una, affascinante e di raro ascolto, inglese (Elgar). Giuseppe Finzi, direttore pugliese, apprezzato “direttore residente” della San Francisco Opera dal 2011 al 2015 e che nel 2017 diresse, con grande successo di pubblico e critica, la prima europea di La Ciociara di Marco Tutino al Teatro Lirico di Cagliari, ritorna alla guida dei due complessi stabili della Fondazione il 31 luglio-1 agosto per un’imperdibile ed accattivante “serata francese” dedicata a Fauré, Ravel, Debussy e, in chiusura, a quell’Apprendista stregone di Dukas che Walt Disney ha contribuito a far conoscere al mondo attraverso il suo capolavoro cinematografico “Fantasia”. Il 7 e 8 agosto Giuseppe Grazioli, direttore specialista nel repertorio novecentesco, la cui collaborazione è stata sempre particolarmente apprezzata nel nostro teatro (ha inaugurato la Stagione lirica e di balletto 2020 con Palla de’ Mozzi di Marinuzzi), si esibisce in un programma colto e piacevole che propone le affascinanti sonorità e le preziose suggestioni della musica americana novecentesca di Copland, Barber e Williams. L’11 e 12 agosto, ci si sposta all’interno del Teatro Lirico (sala), dove, con tutte le meticolose precauzione sanitarie del caso, il Coro del Teatro Lirico, diretto da Donato Sivo, propone una scintillante e insolita serata dedicata alle grandi pagine corali, alle immortali colonne sonore e ai medley tratti da famosissimi film e musical che appartengono al patrimonio culturale di ciascuno di noi. Gershwin, Bernstein, Gore, Berlin, Coleman, Goodwin, Enya, Arlen, Lloyd Webber ci faranno, ancora una volta, sognare ad occhi aperti! La rassegna musicale si conclude il 13 e 14 agosto con un Gala internazionale di danza, diretto da Domenico Longo al suo debutto a Cagliari, che, alla guida dell’Orchestra del Teatro Lirico, propone celeberrimi pas de deux e virtuosistici assoli tratti dai più amati balletti classici (Il lago dei cigni, Don Chisciotte, Carmen Suite, Romeo e Giulietta, La Sylphide), nell’interpretazione di étoiles e primi ballerini che, essendo coppie anche nella vita privata, potranno eseguire le coreografie in programma senza alcun distanziamento fisico.

Cagliari. Ogni domenica da Piazza Matteotti partirà la navetta “Parcheggio Cuore”

Dopo il successo dei primi due appuntamenti, a partire da domenica 5 luglio 2020, il nuovo mercatino Cuore, nato in via sperimentale per novanta giorni nell'omonimo parcheggio, si arricchirà di un servizio bus navetta dedicato che è stato predisposto da CTM S.p.A. per venire incontro alle esigenza manifestate dall'Amministrazione Comunale. Dalle 8 alle 13, in concomitanza con gli orari di apertura del mercatino, una apposita navetta partirà da Piazza Matteotti e percorrendo le vie: Roma, Diaz, ponte Vittorio, Amerigo Vespucci, raggiungerà il parcheggio Cuore lungo un percorso che si snoderà per circa sette chilometri con una frequenza di trnta minuti fino alle 10 e di quindici dalle 10 alle 13. I dettagli del nuovo servizio sono stati illustrati oggi, giovedì 2 luglio 2020, in una apposita conferenza stampa convocata dall'Assessore alle Attività Produttive del Comune di Cagliari, Alessandro Sorgia. Presenti l'Assessore alla Mobilità, Alessio Mereu e il Presidente di CTM S.p.A. Roberto Porrà.

“Abbiamo avuto la possibilità di fare un primo bilancio – ha spiegato l'Assessore Sorgia – e abbiamo constatato il grande apprezzamento che c'è stato per il mercatino, sia da parte degli espositori che da parte dei visitatori. Le premesse sono buone perché diventi un appuntamento stabile che vada oltre questa prima fase di sperimentazione ma tutto dipenderà dai frequentatori del mercato stesso. Il gradimento c'è stato e per questo ora vogliamo arricchire il tutto con un servizio di trasporto che consentirà a tutti quanti vorranno fruirne, di arrivare con tutta comodità dal centro di Cagliari a Sant'Elia grazie a questa linea dedicata”.

“I risultati – ha confermato Alessio Mereu – sono stati incoraggianti da subito. Siamo passati da una situazione di inciviltà e assenza di regole in viale Trento, ad una nuova vita del mercatino. Bisognava avere il coraggio di prendere una decisione del genere e dopo aver toccato con mano tutti gli aspetti positivi, siamo convinti che questa sia la soluzione migliore, tanto che contiamo di proseguire anche dopo la sperimentazione”.

Sulla nuova linea saranno utilizzati i bus da dodici metri che, omologati per oltre cento passeggeri, dopo le restrizioni legate al contenimento del Covid-19, potranno trasportare sessantatré persone.

“Il nostro obbiettivo – il commento di Roberto Porrà – è quello di trovare le soluziono per venire incontro alle necessità dell'Amministrazione e con questa linea abbiamo risposto a una delle esigenze che ci è stata manifestata. Senza dimenticare che, dal 1 luglio, sono state riattivati tutti i collegamenti da e per il Poetto”.

“Il prossimo passo – ha concluso Alessandro Sorgia – è quello di poter puntare, soprattutto nel mese di agosto, a delle aperture serali per il mercatino e di provare a farlo diventare un qualcosa di turistico che possa attirare quanti arrivano da fuori Cagliari”.

Sottoscrivi questo feed RSS

giweather joomla module